Gentili pazienti eccoci qui con il nostro appuntamento settimanale!

Nell’articolo di questa settimana si parlerà di ortodonzia invisibile.

Sicuramente avrete già sentito parlare di “ortodonzia trasparente”, ma se così non fosse in questo articolo ve ne raccontiamo le principali qualità!

Possiamo darvi in primis una serie di caratteristiche in grado di descrivere perfettamente tale trattamento:

  • Invisibile
  • Estetico
  • Innovativo
  • Indolore
  • Preciso
  • Graduale
  • Personalizzato
  • Predicibile

 

Partiamo dall’inizio: che cos’è questo trattamento ortodontico invisibile?

Invisalign è un particolare trattamento ortodontico innovativo ed efficace con la particolarità di essere un metodo invisibile per allineare i denti. Attraverso l’utilizzo degli aligner (ossia mascherine/allineatori trasparenti removibili) i denti effettueranno spostamenti, controllati, graduali e precisi fino ad arrivare alla posizione prestabilita e creata su misura del paziente nel momento in cui è stato effettuato il clincheck iniziale.

Sicuramente, ad oggi, l’ortodonzia invisibile rappresenta una validissima alternativa all’ortodonzia tradizionale (ossia quella l’apparecchio fisso o mobile).

Tali mascherine sono composte da SmartTrack (ossia un particolare polimero trasparente) che le rende praticamente invisibili e resistenti, oltre che con un’adesione alla superficie dentale confortevole.

 

Aligner.

Come accennavo ogni singola mascherina trasparente verrà progettata su misura al paziente e sarà incaricata di effettuare dei micro-spostamenti (lo spostamento massimo sarà di 0,25mm per ogni mascherina utilizzata).

Tali aligner personalizzati dovranno essere utilizzati ogni giorno per almeno 22 ore al giorno (cioè sempre, a parte quando si mangia o quando ci si lava i denti) e potranno essere cambiati in maniera autonoma del paziente, una volta raggiunto lo spostamento previsto.

Il cambiamento continuo degli aligner è necessario perché ogni mascherina guiderà in maniera graduale e progressiva gli spostamenti che dovranno essere compiuti dai nostri denti.

Indicativamente lo spostamento si raggiunge dopo 15 giorni, quindi le mascherine potranno essere sostituite ogni 2 settimane, nel caso in cui si tenessero costantemente tutto le ore giornaliere consigliate si potrebbe anche ridurre a 7 giorni la durata dell’utilizzo della specifica mascherina, sempre previo controllo del vostro odontoiatra di fiducia.

Gli allineatori trasparenti  sono rimovibili e non interferiscono sulle attività quotidiane, sia per quanto riguarda l’igiene orale, sia per ciò che attiene le proprie abitudini alimentari.

Per quanto riguarda la durata del trattamento ortodontico, questa sarà variabile e soggettiva: dipenderà dalla situazione e dalla complessità di partenza e varierà in base ai movimenti che si dovranno realizzare e all’occlusione che dovrà raggiungersi.

A proposito è importante sottolineare i vantaggi legati a questa specifica terapia:

  • Sicuramente in primis il fatto di essere un trattamento estetico,
  • Semplice da usare,
  • Indici di prevedibilità e della durata del trattamento,
  • Trattamento tanto semplice quanto avanzato,
  • Sorriso sano,
  • Consente di mantenere un’ottima igiene orale (rimuovendo le mascherine sarà possibile lavare accuratamente i denti, passare il filo interdentale e prendersi cura della propria bocca),
  • Mantenimento abitudini quotidiane (ad esempio le mascherine potranno essere tenute o rimosse all’occorrenza durante la pratica di determinati sport, o durante l’utilizzo di alcuni strumenti musicali),
  • Possibilità di una gestione a distanza dei dispositivi ortodontici,
  • Trattamento ortodontico idoneo anche a pazienti con particolari patologie (come ad esempio chi soffre di sensibilità dentale),
  • Graduale cambiamento del tuo sorriso, ma visibile fin dalle prime mascherine,
  • Forza delicata (con attività sia idi intrusione che di estrusione) ma costante che permette uno spostamento di ogni elemento dentale,
  • Trattamento personalizzato, volto al miglioramento del sorriso.

 

Qualche riga più su abbiamo citato il famoso clincheck iniziale, di cosa si tratta esattamente?

Durante la prima visita verranno prese le impronte, verrà fatto lo studio del caso e verrà posto in essere il clincheck. Con tale termine si indica una specifica simulazione in 3D creata in base alla situazione concreta del paziente ed in grado di prevedere tutti gli spostamenti di ogni singolo elemento dentale dall’inizio fino al termine della terapia ortodontica.

Una volta elaborato il clincheck (con il consenso e la partecipazione attiva del paziente, il quale potrà vedere l’evoluzione del percorso ortodontico che intraprenderà) verranno inviate impronte e dati tridimensionali nel centro di produzione, dove verranno create le mascherine e in circa due settimane si potrà iniziare col percorso ortodontico!

Le visite successive al clincheck saranno circa una al mese per far sì che il vostro Odontoiatra di fiducia possa monitorare i progressi e consegnare le successive mascherine trasparenti per procedere con la terapia.

Vediamo ora quali occlusioni e disturbi ortodontici è in grado di risolvere e correggere tale ortodonzia trasparente:

  1. Affollamento dentale (cioè tutti quei casi in cui i denti non hanno spazio sufficiente per crescere ed occupare uno spazio specifico, in questi casi si verifica spesso l’accavallamento dei denti e l’aumento di depositi di placca, tartaro e aumenta il rischio di carie e disturbi gengivali)
  2. Sorriso irregolare
  3. Diastema (ossia il caso in cui si presentasse un importante spazio tra due elementi dentali
  4. Correzioni anteroposteriori occlusali (mascella superiore troppo in avanti o indietro…)
  5. Correzione dell’occlusione (nello specifico del morso profondo, morso inverso, morso aperto, morso incrociato, ecc. Per ulteriori informazioni sui vari tipi di occlusione e di morsi esistenti leggi il seguente articolo: https://drfedericopalermo.it/occlusione-postura-denti/).

 

Ricordiamo che a prescindere dal tipo di malocclusione trattata, il successo del trattamento ortodontico invisibile è legato in primis alla corretta diagnosi e previsione del trattamento ortodontico e, in secondo luogo, dalla collaborazione attiva del paziente e dell’utilizzo quotidiano delle mascherine trasparenti.

L’importanza di un’occlusione corretta, oltre ovviamente all’aspetto estetico, è strettamente correlata alla salute orale ed al nostro benessere generale!

L’occlusione influenza, infatti, sia la salute di denti e gengive, sia la nostra postura! Avere denti allineati e in posizione corretta ridurrà il rischio di carie dentali, malattie gengivali, insorgenza di mal di testa e disturbi posturali.

 

Tipi di trattamenti previsti…

 

Prima di conoscere i vari tipi di terapia previsti, ricordiamo come il trattamento sia adatto sia ai ragazzi, sia agli adulti. Il maggior numero di pazienti che intraprendono tale percorso è sicuramente quello compreso tra i 20 e 60 anni, in quanto la tecnica di ortodonzia trasparente permetterà di ottenere un allineamento dentale senza che l’aspetto estetico venga compromesso con fili ed attacchini metallici, tipici dell’apparecchio tradizionale. Ciò che risulta fondamentale, a prescindere dall’età del paziente, è la sua collaborazione: essendo un apparecchio removibile sarà fondamentale la costanza e la diligenza del soggetto ad indossare le mascherine per almeno 22 ore al giorno, altrimenti non si otterranno i risultati sperati alla fine della terapia ortodontica.

Ricordiamo, inoltre, un aspetto positivo di tale terapia: attraverso la simulazione 3D potrete rendervi conto dal primo momento della terapia i vari cambiamenti che avverranno ed il risultato che verrà raggiunto.

 

In base alla valutazione del vostro odontoiatra di fiducia ed ai risultati della simulazione effettuata nella fase del clincheck si potranno intraprendere diversi percorsi:

  • Percorso first: adatto anche ai più piccini, svolge la funzione di correzione delle arcate dentali nella fase intercettiva
  • Trattamento Express: nei casi in cui sia necessario solo un leggero allineamento, adatto ad esempio a casi di minime recidive, che comprende 7 mascherine+ altrettante per la rifinitura
  • Trattamento Lite: comprensivo di 14 mascherine + rifinitura di ulteriori 14 mascherine, per i casi leggermente più complessi
  • Trattamento comprehensive: in esso rientrano tutte le casistiche più complesse (come ad esempio casi di morsi coperti molto difficili da correggere), in tali casi il numero di mascherine varia da caso a caso, in base alla situazione concreta.

 

Attachments…

Legata alla terapia ortodontica invisibile è prevista l’apposizione degli attachments.

Che cosa sono? Essi sono di piccoli quadratini di composito (materiale usato anche per le otturazioni e che non danneggia lo smalto dentale) che vengono attaccati sulla superficie di alcuni elementi dentali (in base alle necessità e alla programmazione fatta all’inizio della terapia) con la specifica funzione di aumentare la ritenzione delle mascherine e favorire specifici spostamenti ed allineamenti. Risultano praticamente invisibili.

 

 

Ed ecco di seguito alcune “regole” da tenere a mente se si decidesse di intraprendere un percorso ortodontico invisibile…

  • Pazienza: nei primi giorni potrebbe capitare di avvertire un lieve dolore (diciamo che ad ogni cambio di mascherina potrà avvertirsi un leggero fastidio, indolenzimento degli elementi dentali). L’importante sarà resistere al fastidio iniziale (che svanirà dopo pochissimo) ed abituarsi il prima possibile alle mascherine, procedendo costantemente al trattamento.
  • Abituarsi agli aligner: nei primi giorni del percorso ortodontico, potranno aversi delle piccole difficoltà nella pronuncia di determinate lettere (specialmente la “s” o la “z”), anche in questo caso sarà un fatto più che normale che svanirà nel giro di pochissimo tempo e si tornerà a parlare come se non si portasse l’apparecchio!
  • Togliere l’apparecchio per mangiare e per l’igiene orale: le mascherine trasparenti dovranno essere rimosse prima dei pasti e prima di procedere con l’accurata detersione dei nostri elementi dentali. Ricordiamo anche di togliere gli aligner prima di assumere sostanze particolarmente calde o colorate: nel primo caso potrebbero deformare la forma dell’apparecchio e, nella seconda, potrebbero macchiarsi facendoci fare una figuraccia ;)!
  • Preferibilmente non fumare: il fumo, oltre a danneggiare la tua salute, potrebbe macchiare le mascherine rendendole giallognole e rovinandole! Si potrebbe cogliere l’occasione al volo per smettere di fumare!
  • Pulizia degli allinatori: sarà fondamentale mantenere pulite le mascherine invisibili. Per la pulizia si consiglia l’utilizzo di uno spazzolino (diverso da quello usato per lavare i denti) ed un sapone per i piatti. Evitare l’utilizzo di dentifricio (in quanto i microgranuli potrebbero graffiare le mascherine) e dell’acqua calda (l’elevata temperatura potrebbe modificare la forma degli aligner). Infine una volta alla settimana si consiglia di lasciare le mascherine all’interno di un bicchiere d’acqua con una pastiglia effervescente specifica per la pulizia dei dispositivi orali (acquistabile in farmacia).

 

Una volta terminata la terapia….

Una volta terminato il piano di trattamento previsto e raggiunto il sorriso tanto desiderato, sarà fondamentale conservare i risultati raggiunti. Come?

Attraverso la contenzione (retainer)! Questa dovrà accompagnare il paziente ortodontico per tutta la vita, in quanto il rischio di recidiva è sempre presente. Tale mascherina di contenzione altro non è che una mascherina simile agli allineatori (trasparenti) ma che non sarà attiva, cioè non comporterà uno spostamento dentale, ma solo la funzione di mantenere in posizione tutti gli elementi dentali.

Senza il costante utilizzo di tali mascherine di contenzione anche i denti che hanno raggiunto la posizione corretta e risultano allineati avranno la tendenza graduale di tornare nella posizione da cui sono partiti. Il mantenimento dei risultati raggiunti non potrà quindi escludere l’utilizzo del retainer, come peraltro dopo ogni terapia ortodontica, fissa, mobile o funzionale che sia.

 

 

Per approfondimenti vi consigliamo la lettura del seguente articolo à https://drfedericopalermo.it/un-apparecchio-contenzione-sempre/.

 

 

 

LO SAPEVI CHE?

Lo sapevi che circa 8 milioni di pazienti in 45 paesi al mondo utilizzano questa ortodonzia trasparente e che ogni giorno vengono realizzati circa 454 mila allineatori?

Una volta intrapreso il trattamento ortodontico invisibile si noteranno in tempi brevissimi le prime differenze nel vostro sorriso, in più sarà possibile monitorare i cambiamenti e progressi attraverso l’applicazione My Invisalign!

Spesso ci ponete la domanda: cosa potrò mangiare? La risposta è che non è assolutamente un aspetto per cui preoccuparsi: togliendo l’apparecchio durante i pasti si potrà mangiare qualsiasi cosa. Anzi, avendo per la maggior parte del tempo le mascherine indossate si eviterà di fare continui spuntini, aspetto positivo visto che la prova costume si avvicina! 😉

 

 

Per avere maggiori informazioni contattaci, i nostri Provider saranno a disposizione per fornirvi ogni informazione di cui avete bisogno e per trasformare il vostro sorriso!

 

 

 

 

 

 

Fonte:

www.invisalign.it

Menu