Gentili pazienti…bentrovati!

Questa settimana scopriremo insieme le caratteristiche principali delle faccette estetiche, come si applicano, quali sono i vantaggi e come mantenerle in modo corretto per avere un sorriso strabiliante!

Prima di scendere nello specifico del tema è necessario fare un’introduzione generale sull’odontoiatria estetica

Quando si parla di odontoiatria estetica ci si riferisce a quel ramo specifico che si occupa dei nostri denti in un’ottica di totalità, rendendo il sorriso armonico ed equilibrato. Ricordiamoci che la bellezza è una valutazione estremamente soggettiva, non esistono canoni prestabiliti, ma sicuramente un sorriso naturale e nell’insieme armonico sarà percepito come bello. Affidare il proprio sorriso a mani esperte risulterà fondamentale: il vostro odontoiatra di fiducia dovrà avere sia competenze tecniche, sia dovrà essere in grado di percepire quale sarà il sorriso più adatto al vostro viso. Tutto questo non è sinonimo di finto, la bravura starà proprio nel cercare di mantenere la naturalezza e nel creare composizioni esteticamente armoniche anche con le loro irregolarità ed imperfezioni.

 

Le faccette estetiche… cosa sono?

Le faccette estetiche sono sicuramente la soluzione ideale per mostrare un sorriso bello ed estremamente naturale, in quanto permettono di nascondere i vari difetti (colore, pigmentazione, difetti congeniti,ecc.) che caratterizzano i nostri denti.

A livello tecnico possiamo descriverle come delle lamine in ceramica traslucente molto sottili che vengono cementate, ad opera dell’odontoiatra, in modo permanente sulla superficie dei denti anteriori. A livello estetico daranno un miglioramento notevole al nostro sorriso, senza però causare problemi ai nostri denti.

 

Le faccette, infatti, non hanno controindicazioni in quanto non causano lesioni all’elemento dentale e sonotra i restauri meno invasivi, rimuovendo solamente tra i 2 e i 3 decimi di millimetro dello smalto frontale dentale. Una volta rimossa questa sottile parte di smalto la faccetta si integrerà in modo ottimale sia sotto il profilo estetico sia sotto quello biologico, diventando estremamente resistenti. In base alle caratteristiche sarà anche possibile procedere all’applicazione delle faccette senza rimuovere alcuna parte dello smalto dentale, ma ovviamente è un’operazione che dovrà essere valutata dal vostro odontoiatra vedendo la situazione concreta.

Modalità di esecuzione della terapia…

Esistono diversi tipi di faccette in commercio, tra queste abbiamo: faccette in composito e in ceramica.

Tali opzioni terapeutiche però sono diverse e la diagnosi da parte del vostro odontoiatra di fiducia è fondamentale. Nel caso di un danno minimo alla struttura dentale, o in assenza di discolorazione, la procedura preferibile sarà sicuramente il restauro in composito. La realizzazione di faccette estetiche in ceramica, nonostante la natura conservativa, implicherà comunque una riduzione maggiore dello smalto sano. Per questo, in caso di danno significativo della struttura dentale e in presenza di discolorazione pronunciata sarà più idonea tale faccetta. Di conseguenza il dovere del vostro dentista di fiducia sarà quello di optare per la tecnica minimamente invasiva e che meglio si adatta alla situazione del paziente. Tutto ciò tenendo a mente che la ricostruzione del dente non sarà permanente, ma che prima o poi probabilmente risulterà necessario sottoporsi ad un nuovo trattamento.

Per quanto riguarda le faccette in composito, il vostro dentista preparerà la superficie del dente, successivamente valuterà forma e colore dell’elemento e sceglierà la faccetta adatta al vostro sorriso. Dopodiché procederà alla cementazione e infine non vi resterà che sorridere.

Le faccette in ceramica, invece, prevedono la collaborazione anche del laboratorio odontotecnico. L’odontoiatra preparerà la superficie dell’elemento e successivamente prenderà l’impronta dentale che verrà mandata immediatamente al laboratorio, il quale preparerà le faccette provvisorie ( essa dovranno proteggere il dente e simuleranno forma e colore di quelle definitive). L’odontotecnico procederà a creare le faccette in ceramica basandosi sul modello in gesso e durante il successivo appuntamento si effettuerà una prova per valutare la correttezza di forma e colore e in generale l’adattamento della faccetta nella bocca. Una volta soddisfati tali parametri si procederà alla cementazione di quelle definitive.

 

Quando applicare le faccette e quali sono i vantaggi…

Applicazione…

Fondamentalmente le faccette vengono applicate su denti sani, ma con problemi estetici, vediamone alcuni:

  • Denti con malformazioni ( conoidi) o dove risulta necessaria variare la forma di un dente,
  • otturazioni con difetti di colore,
  • denti fratturati,
  • denti trattati endodonticamente e che presentano irregolarità nel colore o nella struttura (ove la tecnica di sbiancamento “walking bleach”non sia risultata sufficiente)
  • diastemi,ossia per eliminare lo spazio esistente tra i due incisivi centrali ( in tali situazioni le faccette applicate avranno una dimensione leggermente maggiore di quella della superficie del dente su cui verranno applicate, in modo che vengano riempiti gli spazi vuoti),
  • denti con amelogenesi imperfetta ( ossia denti caratterizzati da difetti dello smalto),
  • denti con discromie, ossia presenza di macchie permanenti ( qualora neanche il trattamento sbiancante sia risultato sufficiente a rimuoverle),
  • denti colpiti da usura dentale ( soprattutto in pazienti che soffrono di reflusso, bruxismo o che hanno un importante stato di acidosi metabolica),
  • denti che presentano anomalie di forma e posizione: elementi dentali che risultano non allineati o ruotati.

Vantaggi delle faccette…

  • la preparazione dell’elemento dentale all’applicazione della faccetta dentale risulta estremamente conservativa e non causa danni al dente,
  • le faccette estetiche risultano estremamente durevoli nel tempo e resistenti alle forze masticatorie,
  • donano allo smalto dei denti un aspetto luminoso,
  • una volta cementate, le faccette rinforzeranno la struttura dell’elemento dentale ,
  • l’applicazione delle faccette estetiche non comporta il rischio di irritazione gengivale,
  • le faccette potranno essere mantenute per molto tempo seguendo precisi protocolli di creazione e di mantenimento da parte del paziente,
  • eccezionale sarà il risultato estetico ottenuto.

 

Le faccette estetiche dovranno essere scelte in modo da essere il più possibile simili ai denti originali, sia nel colore, sia nella forma per rendere il sorriso naturale.

 

Durata delle faccette…

Le faccette, se mantenute con cura, possono durare anche un ventennio.

…e loro manutenzione.

Le principali raccomandazioni in tema di faccette estetiche sono:

  • sottoporsi regolarmente a sedute d’igiene dentale professionale ( il risultato di tale procedura è infatti strettamente legato alla salute parodontale dei tessuti che circondano i nostri denti),
  • mantenere un’igiene orale domiciliare ottimale,
  • non fumare,
  • limitare il consumo di caffè e, in generale, di bevande che tendono a macchiare la superficie dei denti.

Per ricevere maggiori informazioni siamo a vostra disposizione…

E ricordate che…

Un giorno senza sorriso è un giorno perso”.

Charlie Chaplin

Menu