Gentili pazienti bentrovati!

Questa settimana scopriremo insieme quali alimenti risultano nocivi per i nostri denti e, nello specifico, osserveremo quali effetti derivano dall’assunzione di bibite gassate.

In base ai diversi studi e alle molteplici scoperte scientifiche abbiamo la conferma che il consumo di bevande gassate comporti e sia strettamente connesso ad un effetto negativo per i nostri denti: l’usura dentale. Tali sostanze avranno un pH estremamente acido che aggredirà i nostri denti e, se consumato in abbondanza, corrodendoli.

Una dieta ricca di sostanze acide sarà quindi causa della comparsa e sviluppo dell’usura dentale.

 

USURA DENTALE…

Può essere definita come:

la perdita graduale di smalto e conseguente esposizione della dentina che potrebbe causare sensibilità ed indebolimento dell’elemento dentale.

Le cause che possono provocare l’usura dentale hanno diverse origini e possono essere suddivise in:

  • usura,
  • abrasione,
  • abfrazione,
  • erosione.

Tale stato di deterioramento, che induce ad una parziale perdita del tessuto che riveste i denti (ossia dello smalto) si può manifestare in modi differenti, vediamo nello specifico le cause sopra elencate.

L’usura e l’abrasione si manifestano come conseguenza di fattori “meccanici”. In primo luogo rientrano in questa categoria il bruxismo (digrignamento), lo spazzolamento scorretto, eccessivamente energico può provocare significative lesioni allo smalto dentale. L’usura riguarda anche la scorretta occlusione dentale, la quale potrà condurre all’instaurarsi di lesioni traumatiche.

L’usura dentale si presenterà in condizioni non patologiche in età avanzata, mentre in caso di pazienti che soffrono di disturbi all’ATM (articolazione temporo-mandibolare) si verificherà precocemente.

Infine l’indebolimento del dente potrà esporlo al rischio di insorgenza carie.

Viene definita erosione l’usura dentale legata ad agenti esterni come cibi e bevande.

Tipico esempio è legato ai soggetti che soffrono di reflusso gastroesofageo, di bulimia e/o anoressia: in questi casi la ripetuta presenza di liquidi acidi nella bocca ( ossia acido cloridrico presente nella bile ed altre sostanze acide ingerite attraverso gli alimenti) indebolirà i nostri denti che verranno attaccati nella parte esterna e che subiranno più o meno gravi lesioni.

Stessa situazione sarà causata dall’eccessivo consumo di bibite gassate, bevande zuccherate e, in generale, cibi a pH acido. Alcuni esempi di bevande e cibi da eliminare/ ridurre notevolmente nella nostra alimentazione sono:

Coca cola, fanta, sprite, estathè, pomodori, agrumi, yogurt, ketchup, ecc.

Quindi, nel corso del tempo, alcune bevande e cibi acidi possono portare all’usura dello smalto dentale, come sempre ricordiamo è importante condurre uno stile di vita sano e cercare di non esagerare nell’assunzione di tali bibite e cibi.

Ultimo modo in cui si possono manifestare le usure dentali sono le cosiddette: abfrazioni. Con tale termine si indica la condizione in cui il colletto ( parte del dente adiacente alla gengiva) perde lo smalto a causa delle “forze” a cui è sottoposto, come ad esempio i traumi occlusali.

L’usura dentale avrà conseguenze sia dal punto di vista estetico, causando spesso situazioni di imbarazzo, sia dal punto di vista clinico in quanto saranno il campanello d’allarme di successive patologie odontoiatriche.

COME SI PRESENTA L’USURA DENTALE?

I primi segni indicatori di tale problema sono quelli estetici: la perdita dello smalto comporterà una variazione delle dimensioni del dente, una irregolarità nei suoi contorni e una tendenza al colore giallo, limitando l’armonia del nostro sorriso.

Per quanto riguarda i disturbi sullo stato di salute l’usura dello smalto potrà causare un aumento della sensibilità dentale agli stimoli termici e dolorosi.

Nel caso di usura, infatti, la polpa dentaria è maggiormente esposta agli stimoli esterni quindi le temperature troppo alte o troppo basse provocheranno importanti stati di dolore.

Infine l’usura dentale esporrà i nostri elementi dentali ad un maggiore rischio di insorgenza di carie.

In caso di usura dentale rivolgetevi al vostro dentista di fiducia, il quale valuterà caso per caso se sarà sufficiente procedere ad una ricostruzione estetica in composito e se sarà necessaria e consigliabile l’applicazione di faccette estetiche. Nel caso in cui l’usura dentale sia dovuta ad un difetto occlusale, potrete valutare col medico di procedere con una terapia ortodontica che corregga la vostra occlusione.

In ogni caso sarà anche suggerita un’eventuale correzione di abitudini alimentari sbagliate o di metodi di igiene quotidiana non adatti alla vostra situazione dentale.

Concludo questo articolo sottolineando come una lieve e lenta usura dentale sia fisiologica e naturale, in quanto collegata all’invecchiamento del soggetto e citando il vecchio detto latino “ In medio stat virtus”, cerchiamo quindi di non eccedere in nulla e di prestare attenzione a ciò che ingeriamo salvaguardando i nostri cari denti.

Lo sapevi che?

Sapevi che lavarti i denti con una frequenza eccessiva e in modo scorretto e/o con un movimento eccessivamente energico, può causare un usura dello smalto o una recessione gengivale?Per prevenire ed evitare questi eventi, rivolgiti al tuo dentista di fiducia o all’igienista, per comprendere insieme come lavare i denti al meglio e quali abitudini di igiene orale saranno le più adatte alla tue esigenze!

In base ad alcuni studi è stato scoperto che l’assunzione di bevande acide prima di distendersi ed andare a nanna è maggiormente associata all’erosione dentale.

Menu