Eccoci tornati dalle feste natalizie… con sicuramente qualche chiletto in più.

Tra i buoni propositi per l’anno entrante ci sarà sicuramente quello di seguire un regime alimentare corretto e praticare attività fisica per sentirsi in forma.

Vediamo un po’ che cosa mangiare per tenere sano anche il nostro sorriso.

Siamo tutti d’accordo sul principio che una dieta bilanciata e nutriente è essenziale per una vita sana.

Come sempre bisogna prestare attenzione a zuccheri e grassi.

La raccomandazione che ci viene offerta dagli esperti dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) è quella di limitare l’assunzione di “zuccheri liberi”.

Tali zuccheri liberi sono quelli che vengono aggiunti nel corso della preparazione di cibi e bevande, oltre a quelli naturalmente presenti nel miele e nei succhi di frutta.

Non sono invece inclusi gli zuccheri della frutta e della verdura consumata allo stato naturale e quelli del latte .

L’assunzione di questi zuccheri non deve essere superiore al 10% del consumo totale di energia giornaliera e la frequenza deve restare inferiore alle 4 volte al giorno.

Le nostre scelte alimentari svolgono un ruolo centrale anche nella prevenzione delle carie e delle malattie gengivali.

La bocca ed il cavo orale sono il primo punto di contatto tra il nostro corpo e le sostanze nutritive che assumiamo.

Se l’alimentazione è povera o non adeguata i primi segnali negativi verranno spesso manifestati sullo stato della nostra salute orale.

Il consumo frequente di cibi e bevande contenenti zucchero è la più importante causa di carie.

Analizziamo alcuni dati statistici di abitudini quotidiane alimentari:

Circa il 23% dei bambini con 8 anni di età ed il 40% dei ragazzi di 15 anni consumano snack dolci o bevande tre o più volte al giorno; poco meno della metà di tutti gli adulti fa assiduamente uno spuntino tra i pasti principali (circa il 48%).

Più di 8 adulti su 10 (indicativamente l’86%) consumano almeno tre porzioni al giorno di cibi ricchi di grassi e zuccheri.

Le raccomandazioni nutrizionali in relazione alla salute orale dovrebbero essere basate sulla riduzione degli spuntini tra un pasto e l’altro e soprattutto quelli a base di bevande zuccherate e dolci.

Il consumo ripetuto durante la giornata di alimenti contenenti zuccheri liberi dovrebbe essere evitato, soprattutto da parte dei bambini.

Mentre se è vero che gli adolescenti hanno bisogno di un elevato apporto di energia per la crescita e questo aumenta la frequenza dei pasti, quest’ultimi non dovrebbero essere comunque associati a un consumo abituale di cibi/bevande ad alto contenuto di zucchero.

Lo chef consiglia…

Sappiamo tutti ( tanto i piccini quanto gli adulti più golosi) quanto sia difficile rinunciare ai dolci.

Ma i rischi che torte, gelati, caramelle e merendine comportano per la salute orale dei nostri denti è molto forte.

La causa principale è la presenza di zuccheri.

Il consiglio, se proprio non si riesce a star senza, è quello di puntare su dolci che invece dello zucchero utilizzano altri ingredienti che non privano il palato del piacere del dolce ma riducono il rischio carie.

Il dolce che vi consigliamo è un ottimo strudel, secondo la ricetta tradizionale del Trentino con la variante del succo di mela al posto dello zucchero.

Menu