Implantologia a carico immediato e All-on-4: scopriamoli insieme!

Chirurgia

Gentili pazienti bentrovati.

Molto spesso sentiamo parlare di impantologia a carico immediato, ma cerchiamo di fare un passo indietro e di comprendere di che cosa si tratti. L’implantologia rappresenta un ramo dell’odontoiatria moderna che prevede l’utilizzo di dispositivi (impianti dentali) per la sostituzione degli elementi dentali persi. Gli impianti sono in titanio e formati da: vite endossea, l’abutment e la protesi dentaria. La vite endossea sostituisce la radice del dente mancante e viene inserita nel tessuto osseo (mandibolare o mascellare). L’abutment è l’elemento di raccordo tra la vite endossea e la protesi dentaria e, infine, la protesi dentaria è ciò che prende il posto della corona dei denti mancanti.

Funzione dell’implantologia:

  • Ristabilire la funzione masticatoria e la funzione fonetica, laddove queste risultino compromesse per via della mancanza di uno o più denti;
  • Estetica. Essa consente di migliorare l’aspetto del sorriso, laddove l’assenza di uno o più elementi la comprometterebbe;
  • Garantisce il mantenimento di posizione in arcata dei denti adiacenti; prevenendo il rischio di spostamento dei denti sani adiacenti alla zona priva di denti;
  • Ristabilire la corretta occlusione e distribuzione delle forze masticatorie.

L’implantologia dentale ha fatto enormi progressi negli ultimi decenni, migliorando significativamente la qualità della vita di molte persone. Tra le tecniche più innovative ed avanzate ci sono proprio l’implantologia a carico immediato e la tecnica All-on-4. Vediamo di cosa si tratta e quali sono i loro vantaggi.

Che cos’è l’implantologia a carico immediato?

Con tale termine viene indicata una tecnica che permette di applicare una protesi dentale fissa sugli impianti dentali subito dopo l’inserimento degli stessi (spesso entro 24-48 ore dall’intervento). Tradizionalmente, dopo l’inserimento degli impianti, si attende un periodo di guarigione e di osteointegrazione di alcuni mesi prima di procedere con l’applicazione della protesi definitiva. Con il carico immediato, questo tempo di attesa è notevolmente ridotto.

Sicuramente i vantaggi del carico immediato sono:

1. Riduzione dei tempi di attesa: i pazienti possono ottenere una protesi fissa in tempi molto più brevi rispetto alla tecnica tradizionale.

2. Estetica immediata: la possibilità di avere subito denti fissi migliora l’aspetto estetico e la funzione masticatoria sin dai primi giorni successivi all’intervento.

3. Minore impatto sulla quotidianità: il paziente non deve affrontare un periodo senza denti o con soluzioni provvisorie scomode.

Che cosa si intende, invece, per tecnica All-on-4?

La tecnica All-on-4 è una procedura di implantologia che consente di sostituire tutti i denti di un’arcata dentale (superiore o inferiore) con solo quattro impianti dentali. Questa tecnica è particolarmente utile per i pazienti che hanno perso molti denti o che possiedono una protesi mobile totale.

Gli aspetti positivi di tale tecnica sono:

1. Efficienza. Utilizzando solo quattro impianti, si riduce il numero di interventi chirurgici necessari e, quindi, il recupero post chirurgico complessivo.

2. Stabilità. Gli impianti vengono inseriti in posizioni strategiche che garantiscono un’elevata stabilità e resistenza della protesi.

3. Miglioramento estetico e funzionale. Con una protesi fissa, i pazienti possono godere di una migliore funzione masticatoria e di un aspetto estetico naturale.

La terapia implantologica a carico immediato e quello di All-on-4, la procedura prevede:

1. Valutazione Iniziale. L’odontoiatra esegue una valutazione completa del paziente, effettuando una radiografia Tac 3D della bocca per pianificare con precisione l’inserimento degli impianti.

2. Chirurgia ed inserimento degli Impianti. La seconda fase prevede l’intervento chirurgico in cui gli impianti dentali verranno posizionati nell’osso mascellare o mandibolare.

3. Applicazione della protesi provvisoria. Subito dopo l’inserimento degli impianti, verrà consegnata una protesi provvisoria fissa che permetterà al paziente di uscire dallo studio odontoiatrico con i denti e di svolgere le sue abitudini quotidiane come sempre.

4. Guarigione. Il post chirurgia prevede un periodo di guarigione in cui gli impianti si integrano con l’osso (tale fase è detta di osteointegrazione). La protesi definitiva verrà applicata solo dopo questo lasso di tempo, una volta cioè che gli impianti si siano completamente integrati, garantendo una maggiore stabilità e durata.

L’implantologia a carico immediato e la tecnica All-on-4 rappresentano soluzioni avanzate ed altamente efficaci per la sostituzione dei denti mancanti. Queste tecniche offrono numerosi vantaggi, tra cui tempi di recupero più rapidi, maggiore comfort ed un miglioramento dell’estetica e funzionale. Tuttavia, tali tecniche non sono adatte a tutti i pazienti. È fondamentale una valutazione approfondita da parte dell’odontoiatra per determinare la soluzione più adatta alle esigenze specifiche del paziente. Ecco alcuni dei principali casi in cui queste tecniche potrebbero non essere idonee:

  • Qualità e quantità ossea inadeguata. Se l’osso mascellare o mandibolare risulta essere troppo debole (come ad esempio in caso di osteoporosi) o insufficiente (come in caso di paziente affetto da malattia parodontale grave) potrebbe non essere in grado di sostenere gli impianti in modo adeguato. Una quantità insufficiente di osso disponibile può impedire l’inserimento sicuro degli impianti.
  • Condizioni mediche generali. Tra queste ricordiamo: pazienti con diabete non controllato, malattie cardiovascolari gravi o disturbi della coagulazione potrebbero compromettere l’esito dell’intervento chirurgico implanatare e/o compromettere la guarigione. Stesso discorso vale per i soggetti con sistema immunitario compromesso: potrebbero avere un rischio maggiore di infezioni post-operatorie e una guarigione più lenta.
  • Problemi di salute orale, in particolare disturbi parodontali non controllati. La presenza di infezioni o infiammazioni gengivali attive deve essere trattata e risolta prima di procedere con l’inserimento degli impianti.
  • Scarsa igiene orale. Una condizione di scarsa igiene orale aumenterà il rischio di infezioni e complicazioni post-operatorie.
  • Fattori di rischio e stile di vita. Abitudini viziate, come il fumo o l’abuso di alcolici, possono compromettere il processo di guarigione, aumentare le possibili complicanze ed il rischio di fallimento dell’impianto.

Ricordiamo inoltre che risulta fondamentale la collaborazione del paziente, il quale dovrà essere informato e disposto a seguire le indicazioni post-operatorie (evitando quindi di fumare, prestando attenzione all’igiene orale scrupolosa e sottoponendosi regolarmente alle visite di controllo).

Conclusioni.

Prima di procedere con l’implantologia a carico immediato o con la tecnica All-on-4, è essenziale una valutazione completa da parte del vostro odontoiatra di fiducia. Questa valutazione includerà esami clinici, radiografie e scansioni 3D per valutare la qualità e la quantità dell’osso disponibile, nonché un’attenta analisi delle condizioni mediche e delle abitudini di vita del paziente. Solo dopo una valutazione accurata e una discussione dettagliata delle opzioni disponibili e dei potenziali rischi, il dentista potrà determinare se queste tecniche sono adatte per il paziente o se è preferibile considerare alternative.

Il tuo sorriso merita il meglio!

Ti è piaciuto l’articolo e desideri maggiori informazioni sulla tua salute dentale? Contattaci telefonicamente o via email compilando il form per prenotare una visita senza impegno o per richiedere informazioni sul nostro studio!