Che cos’è la carie?

La carie è data dall’indebolimento dello smalto dei denti a causa degli acidi. Gli acidi sono il prodotto della disgregazione degli zuccheri ad opera della placca batterica.

Come si forma?

Essa si forma quando cibi contenenti carboidrati rimangono tra i denti e non vengono rimossi dallo spazzolino e dal filo interdentale. La placca batterica genera sottoprodotti acidi che corrodono lo smalto, creando nei denti perforazioni, dette “cavità”. Senza un trattamento efficace, queste perforazioni crescono e si espandono, arrivando anche a consumare tutto il dente.

Le cause principali della carie

  • alimentazione

  • cibi e le bevande contenenti zuccheri

Tali sostanze aderiscono rapidamente ai denti. Maggiore è la quantità di zucchero consumato maggiore sarà l’acido prodotto, causando la carie. Lo zucchero si aggrega alla placca, rendendo lo smalto debole e portando alla formazione della carie. Ogni volta che consumate uno snack dolce, i vostri denti sono esposti ai danni degli acidi per almeno 20 minuti.

Come prevenire la carie…

La carie dentale è un grave problema di salute pubblica a livello mondiale.

E’ una malattia dispendiosa da curare ma è prevenibile facilmente, in modo semplice e con pochi costi per la popolazione. Ed ecco di seguito piccoli accorgimenti quotidiani di prevenzione:

  • Evitare cibi e bevande dolci che alimentano la proliferazione dei batteri nel cavo orale. Limitare i consumi di zuccheri semplici a meno del 10% del totale delle calorie ingerite minimizza il rischio di sviluppare lesioni cariose nel corso della vita.

  • Le bevande zuccherate quali bibite analcoliche con un’alta concentrazione di zucchero e i succhi di frutta aumentano notevolmente la possibilità di sviluppare le carie .

  • La sigillatura dei denti  è una procedura raccomandata per prevenire lo sviluppo di processi cariogeni . Solitamente si sigillano i solchi occlusali dei premolari e molari. Difatti, questi denti sono più esposti al rischio di carie dato che presentano numerosi e profondi solchi, al cui interno la placca e i batteri possono facilmente annidarsi e creare danno.
    Tale intervento consiste nell’applicazione, sulla superficie occlusale dei molari, di una resina
    particolare in grado di proteggere lo smalto da eventuali processi cariogeni futuri.

  • Usare quotidianamente il filo interdentale per rimuovere la placca e i residui di cibo

che si insinuano tra i denti, negli spazi che lo spazzolino non può raggiungere

  • Utilizzare mousse remineralizzanti a base di CPP-ACP (caseina fosfopeptide-fosfato di calcio amorfo)  in grado di contrastare gli attacchi acidi e trasportare ioni calcio e fosfato sullo smalto per proteggere e rivitalizzare i denti .

Prevenzione per i più piccini…

Aiutare a prevenire la carie e le cavità nei bambini parte dall’insegnare loro buone abitudini di igiene orale e a prendersi cura dei loro denti fin da piccoli.

Accompagnateli a visite di controllo periodiche, indicativamente ogni 6 mesi .

Assicuratevi che i vostri bambini spazzolino i denti per almeno 2 minuti, due volte al giorno. Accertatevi che facciano molta attenzione alla parte posteriore dei denti, laddove si concentra la maggiore quantità di placca.

Appena i loro dentini iniziano a toccarsi, aiutateli a usare un filo interdentale quotidianamente.

La sigillatura dei molari e premolari per i bambini è una garanzia per la salute dei loro denti

…e il loro trattamento

Il trattamento più diffuso e più efficace per la carie e le cavità è l’otturazione, che impedisce alle cavità di espandersi. Per questo, se osservate segnali di carie o cavità, è estremamente importante fissare un appuntamento con il dentista per ricevere cure immediate.

Igiene orale

La quotidiana e meticolosa rimozione della placca batterica è indispensabile per la salute dei denti e delle gengive. 

Alleati della nostra salute ed igiene orale sono spazzolino e filo interdentale dopo i pasti principali della giornata.

Lo spazzolino, non rimuove la placca che si deposita negli spazi tra un dente e l’altro e per questo almeno una volta al giorno occorre utilizzare lo scovolino e/o il filo interdentale.

La cura quotidiana domiciliare è fondamentale per l’igiene orale ed il suo mantenimento. Occorre dedicare il giusto tempo al lavaggio dei denti evitando di farlo frettolosamente e in modo superficiale. In più è importante eseguire periodici controlli e sedute di igiene orale professionale, durante le quali l’odontoiatra o l’igienista dentale verificherà la salute di denti e gengive, le aree in cui è presente la placca batterica, indicandole al paziente e impartendo istruzioni di igiene orale domiciliare mirate e personalizzate. E’ molto utile provare in studio tali manovre in modo da verificare di essere in grado di ripeterle a casa in maniera autonoma. 

Curiosità …

Circa una persona su due ( metà della popolazione mondiale ) è affetta da carie.

Si tratta infatti della malattia più diffusa tra le patologie non infettive e rappresenta la prima causa di perdita di elementi dentali permanenti.

Le carie hanno una vasta influenza sulla salute generale, sul benessere, sulle relazioni sociali, sullo stato economico e interessano tutte le età e tutti i gruppi socio-economici.

La diffusione nel mondo non è omogenea: colpisce in modo non proporzionale le popolazioni povere e svantaggiate, che hanno meno accesso alla prevenzione e alla cura. Nei Paesi in via di sviluppo un grande numero di lesioni cariose non viene curato e spesso i denti affetti da carie, se causano dolore, vengono estratti anziché essere conservati e curati.

Alti livelli di carie dentale vengono riscontrati nei paesi a reddito medio : in essi il consumo di zuccheri è molto elevato.

Una riduzione del rischio di carie dentarie nell’infanzia è significativa nella successiva vita da adulto. Avere corrette abitudini alimentari è fondamentale, visto che la carie dentale è il risultato di un’esposizione permanente a un fattore di rischio alimentare: gli zuccheri semplici.

È importante che gli interventi di prevenzione siano universalmente disponibili e accessibili dalla popolazione.

Tra le misure politiche che potrebbero avere un impatto sulla prevenzione c’è quella di agire su pubblicità ed etichettatura delle bevande zuccherate contenenti zuccheri semplici.

Menu