Cari pazienti, bentrovati.

Le vacanze sono ormai un lontano ricordo, siamo tornati al nostro lavoro e i nostri bambini hanno ripreso ( o inizato ) il loro percorso scolastico.

Questo articolo sarà rivolto proprio a loro, sottolineando l’importanza della prevenzione della salute orale dei più piccoli per aiutarli, attraverso l’aiuto dei genitori e nostro, ad avere una bocca sana.

Nonostante la frenetica routine è importante cercare di ritagliare dei piccoli momenti di coccole e di cura dei denti dei nostri bambini. Il momento dedicato al lavarsi i denti, potrà diventare così un momento divertente e di condivisione.

Attorno al discorso sulla salute orale nei bambini assumono un ruolo fondamentale diverse figure di adulti: prima di tutto i genitori ( come per ogni situazione, hanno un ruolo decisivo e di sotegno nella vita dei bambini), il vostro dentista di fiducia, il pediatra ed altri soggetti che fanno parte della quotidianità dei bambini (nonni, maestre, baby-sitter).

Ciò che risulta fondamentale è trasmettere l’importanza di curare i propri dentini fin da piccoli, in quanto saranno loro compagni fedeli (prima di gioco e poi di vita) e gli consentiranno di mostrare uno splendido sorriso alle gioie della vita.

La prevenzione è fondamentale e questo aspetto emerge chiaramente in rapporto alle statistiche dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), da questa sappiamo che la carie è tra le malattie croniche più diffusa in tutto il mondo. Per questo una buona prevenzione e un’ottima igiene orale giocheranno un ruolo importantissimo per i nostri denti, fin da piccoli!

 

Le vostre domande più frequenti…

A che età è necessaria una prima visita?

Occorre dare il fluoro a mio figlio?

Quale dentifricio è più adatto?

Spesso a tutte queste domande si ricevono opinioni discordanti da parte di odontoiatri e pediatri.

Cerchiamo di fare un po’ di chiarezza…

Utili a riguardo risultano le Linee guida per la prevenzione della salute orale in età evolutiva, preparate da esperti in materia e ratificate dal Ministero della Salute.

Le principali raccomandazioni per i genitori, illustrate in queste linee guida, sono: 

  • l’importanza riconosciuta alle applicazioni di fluoro locali.

La fluoroprofilassi, intesa come prevenzione della carie attraverso l’utilizzo del fluoro, rappresenta la pietra miliare della prevenzione della carie. Per massimizzare l’effetto benefico del fluoro è consigliabile non risciacquare o ridurre al minimo il risciacquo, dopo la seduta di fluoro profilassi. Il nostro consiglio è quello di alternare tale applicazione con quella di mousse remineralizzante per rinformare lo smalto.

  • Dai 6 mesi ai 6 anni è consigliato di utilizzare un dentifricio contenente almeno 1000 ppm (parti per milione) di fluoro, due volte al giorno e nei primi anni di vita è utile che il genitore supervisioni la pulizia dei denti dei propri figli.
  • Sigillature dei solchi . Le sigillature dei solchi dei molari permanenti prevengono la carie delle superfici occlusali. Verso circa i 6 anni di età inizia il cambiamento dentale: vengono sostituiti gli incisivi decidui dai corrispettivi elementi permanenti, ma, soprattutto, erompono in arcata i primi molari permanenti.

Questi ultimi elementi sono particolarmente esposti al rischio di carie, in quanto, presentano molto spesso una morfologia dei solchi pronunciata e profonda. I primi molari permanenti, inoltre, erompono posteriormente agli elementi decidui e, in un cavo orale ancora piccino, sono particolarmente complessi da lavare in modo efficace durante le manovre di igiene orale domiciliare a causa anche di una scarsa manualità del bambino.

  • Attenzione all’alimentazione : assumere per più di 4 volte al giorno zuccheri conduce ad un aumento del rischio di carie ( tali zuccheri vengono assunti attraverso bevande zuccherate, dolciumi, biscotti, torte, succhi di frutta, ecc). L’assunzione di bevande e cibi contenenti carboidrati semplici è sconsigliata fuori dai pasti principali; in particolare, l’uso del succhiotto edulcorato e l’uso del biberon contenente bevande zuccherine sono fortemente sconsigliati. Alimenti che hanno, invece, dimostrato recentemente un’efficacia preventiva nei confronti della patologia cariosa sono quelli che contengono, ad esempio, la Stevia rebaudiana (zucchero ad alta intensità), l’estratto di corteccia di magnolia (Magnolia Bark Extract – MBE) e alcuni ceppi di probiotici (es. Lactobacillus brevis CD2). Anche lo xilitolo, in particolare, presenta un’importante attività cario-preventiva anche a lungo termine.
  • Insegnare al proprio bambino a lavarsi i denti in modo corretto ( per qualunque dubbio rivolgetevi allo Staff del vostro Studio dentistico, le igieniste e gli odontoiatri vi sapranno dare indicazioni ad hoc). In specifici casi dare una maggiore attenzione all’igiene orale come, ad esempio, durante i trattamenti ortodontici, in caso di disabilità e patologie sistemiche perché rappresentano potenziali fattori di rischio per l’insorgenza di lesioni cariose. (Il trattamento di alcune patologie sistemiche per esempio prevede l’assunzione di farmaci che hanno come effetto collaterale quello di ridurre il flusso salivare e possono aumentare il rischio di carie ).
  • Tenere presente i fattori di rischio: la presenza anche di un solo elemento dentale, deciduo o permanente, cariato, curato o mancante per carie rappresenta un fattore di rischio per l’insorgenza di nuove lesioni cariose.

Siamo stati tutti bambini, ogni tanto qualche caramella si può mangiare…ma poi subito a lavarsi i denti!

Proponiamo ora 2 tabelle che forniscono protocolli clinici professonali per il trattamento dei soggetti a rischio di carie:

 

Nella cura dell’igiene orale dei bambini il pediatra riveste un ruolo fondamentale. Il pediatra deve valutare caso per caso il momento adatto per una visita specialistica, per il controllo dell’igiene orale, delle carie, per il controllo della crescita e dell’allineamento dei denti, per altre problematiche del cavo orale e supportare i genitori con utili consigli su come educare i bambini alle manovre di igiene orale regolari e quotidiane sin da piccolini.

Dopodichè recatevi dal vostro dentista di fiducia per far sì che si instauri un rapporto amichevole e sereno con il vostro bambino, che non dovrà aver paura del dentista o associare questa figura a situazioni negative ma come una giornata normale da affrontare con il sorriso.

Fonte: Lara Figini

http://www.salute.gov.it/imgs/C_17_pubblicazioni_2073_allegato.pdf

Menu