Cari pazienti… rieccoci!

La salute della nostra bocca e, nello specifico, la salute parodontale è strettamente legata all’igiene orale. L’igiene, quindi, merita una notevole attenzione e cura. Soprattutto la corretta pulizia degli spazi inter-prossimali, (spazi interdentali) è importante: questi possono essere il punto di partenza sia di patologie parodontali sia di lesioni cariose, essendo punti in cui si accumulano residui di cibo e quindi sede ideale per la proliferazione di batteri.

Gli studi condotti in materia evidenziano come la malattia parodontale, nella maggior parte dei casi, abbia proprio come punto di partenza lo spazio interdentale, in quanto difficile da pulire correttamente e a fondo. Resta comunque il dato che la pulizia delle aree interdentali, infatti, rappresenta un problema importante e faticosamente risolvibile, anche nei soggetti che si spazzolano i denti correttamente.

L’igiene orale domiciliare riveste un ruolo fondamentale nella prevenzione infatti fornisce al paziente i mezzi necessari per prevenire la malattia parodontale e dei processi cariosi.

 

 

La prevenzione e la malattia parodontale

Gli scienziati, a partire dal XVII secolo, osservarono le origini della placca batterica e compresero lo stretto rapporto tra questa, l’igiene orale e la malattia gengivale.

Ulteriori studi effettuati in materia stabilirono che vi fosse una correlazione tra igiene orale, depositi di placca batterica sugli elementi dentali e tempo di permanenza all’interno della bocca di questi. Le variazioni dei livelli di patologie risultarono essere attribuite (in percentuale maggiore) alla placca batterica e, per la percentuale restante, ad altri fattori tra cui alimentazione, abitudini e altre variabili. Anche la relazione tra pazienti fumatori e malattia paradontale è stata da subito evidente: questi mostravano una perdita ossea superiore e più rapida rispetto a soggetti non fumatori.

 

 

Curioso è stato lo studio condotto, nel 1965, dal Professor Loe in Danimarca sul ruolo della placca nella salute parodontale. Attraverso questo studio venne dimostrato come l’accumulo della placca (in un soggetto sano) portasse allo sviluppo di una gengivite, mentre la rimozione di questa fosse in grado di far regredire il processo infiammatorio, riportando la gengiva ad uno stato di salute.

 

L’esperimento” è stato condotto su alcuni studenti di odontoiatria, con tessuti parodontali sani, i quali hanno interrotto le manovre di igiene orale per un periodo di tre settimane. In questo intervallo di tempo, tutti gli studenti svilupparono gengivite o infiammazione delle gengive. Nello stesso tempo, il sistema batterico della placca dentale ha subito diverse variazioni, diventando più complesso. La popolazione batterica e la salute parodontale degli studenti è rientrata non appena sono state reintrodotte le manovre di igiene orale.

Tale esperimento è utile da ricordare in quanto ha dimostrato la relazione diretta tra la concentrazione batterica nella placca del cavo orale e la malattia parodontale, in più :

  1. mette in evidenza il ruolo della placca* nello sviluppo della malattia parodontale,
  2. dimostra la possibilità di prevenire la gengivite ( e l’eventuale malattia parodontale) attraverso una corretta igiene orale.

 

Uno dei punti su cui viene focalizzata l’attenzione del mondo odontoiatrico (come ogni altro settore medico) è proprio il concetto di prevenzione. Questo, applicato alla malattia parodontale, riveste un ruolo primario. Nello specifico la prevenzione viene rivolta sia agli individui sani, sia rispettivamente ai pazienti con patologia allo stadio iniziale o conclamata.

La prevenzione primaria è quella che ognuno di noi effettua su sé stesso nella sua quotidianità. Questo aspetto è fondamentale: la detartrasi professionale è necessaria in quanto consente di rimuovere residui di placca con strumenti appositi ( manipoli ultrasuoni) ed in profondità, ma senza il mantenimento domiciliare tale seduta risulta (quasi) inutile. Come è emerso dall’esperimento sopracitato se non vi è un controllo costante dell’igiene quotidiano i batteri proliferano rapidamente, annullando gli effetti benefici della seduta d’igiene orale professionale.

Il mantenimento dell’igiene orale risulta doppiamente fondamentale nei soggetti già affetti dalla patologia parodontale, in quanto è l’unico modo per contrastarne la progressione e prevenendone le possibili complicanze.

Il nostro consiglio è quello di dedicare la giusta attenzione all’igiene orale domiciliare, curando i vostri denti ed effettuando detartrasi periodiche. Come sempre ricordiamo che lavarsi i denti non è sufficiente: occorre anche passare il filo interdentale e/o gli scovolini almeno 2 volte al giorno.

Per migliori chiarimenti restiamo a Vostra disposizione…

Al prossimo articolo!

 

 

 

 

 

*La placca dentale è formata dal biofilm batterico, il quale contiene al suo interno colonie di batteri viventi che formano un ecosistema. La nostra bocca rappresenta la sede di questo ecosistema che, mantenuto in equilibrio, permette di mantenere la nostra salute orale.

Menu