Gentili pazienti bentrovati. Questa settimana scopriremo insieme l’importanza di assumere il giusto quantitativo di fibre nella nostra dieta, sia per la nostra salute orale, sia per il nostro benessere generale.

 

In molte occasioni sentiamo parlare dell’importanza di consumare maggiori quantità di fibre nella nostra alimentazione quotidiana, ma esattamente cosa sono queste fibre?

Possiamo descriverle come sostanze presenti in alcuni gruppi di cibi, per lo più di origine vegetale. Caratteristica principale di tali sostanze è quella di non poter essere digerite da parte degli enzimi digestivi ( di conseguenza, quindi, non potranno essere assorbite da parte dell’intestino) ma durante il loro transito apporteranno numerosissimi benefici a tutto il nostro organismo.

Più in generale possiamo definire le fibre come una fonte naturale di salute. Esse, infatti, favoriscono la digestione ed il corretto funzionamento dell’intestino.

Altro aspetto fondamentale è il fatto che le fibre contribuiscono a normalizzare la presenza di zuccheri e di colesterolo nel sangue. Esse sono alimenti privi di valore nutrizionale per l’uomo e risultano essere i costituenti essenziali di tutti i cibi di origine vegetale.

Le fibre oltre quindi a regolarizzare diverse funzioni fisiologiche del nostro organismo sono fondamentali per il mantenimento della nostra naturale regolarità.

 

Esistono due tipi di fibre:

  1. Fibre solubili
  2. Fibre insolubili.

 

 

 

 

 

  1. Tra quelle del primo gruppo rientrano fibre che si legano all’acqua e che saranno in grado di formare un gel a livello intestinale, con lo scopo principale di contrastare l’assorbimento di zuccheri e dei grassi. Le fibre solubili ci daranno una grossa mano a mantenere sotto controllo la presenza di colesterolo nel sangue ( riducendo notevolmente il rischio di malattie cardiovascolari), della glicemia e saranno le principali sostanze nutritive della nostra flora batterica intestinale. Tale funzione di nutrimento della nostra flora batterica intestinale è legata alla loro caratteristica probiotica ed essendo altamente fermentabili.

Le fibre solubili le troviamo principalmente in frutta e verdura (cipolle, piselli, carciofi, ecc).

  1. Le fibre insolubili possiedono la capacità di assorbire una vasta quantità di acqua, in questo modo il contenuto intestinale aumenterà il volume e verrà stimolata la peristalsi, Chi soffre di stitichezza trarrà beneficio dall’assunzione di tali fibre e, in generale, aiuteranno a mantenere pulito il nostro intestino limitando il deposito delle scorie prodotte dal nostro organismo.

Un’alimentazione ricca di fibre insolubili sarà nostra alleata per la riduzione del rischio di contrarre coliti o altre malattie infiammatorie del nostro intestino.

Gli alimenti più ricchi di fibre insolubili sono: la crusca di grano, le mandorle, la farina di frumento, le castagne, i fichi secchi, il pane bianco e la farina di segale.

 

 

I benefici di un’alimentazione ricca di fibre…

 

  • equilibrio della flora batterica intestinale,
  • aumento nella produzione di saliva,
  • stimolazione del transito intestinale,
  • diminuzione del rischio di sviluppare le malattie cronico-degenerative (quali i tumori del colon-retto, il diabete e le patologie cardiovascolari)
  • riduzione del rischio di infiammazioni intestinali,
  • esercita effetti funzionali e metabolici che sono componenti indispensabili della nostra dieta,
  • aumentano il senso di sazietà.

 

 

La dose ideale giornaliera di fibre è di circa 30 grammi.

 

Le fibre alimentari appartengono alla più ampia famiglia dei carboidrati, ma sono caratterizzate dal fatto che l’uomo (a differenza di altri mammiferi, quali ad esempio bovini ed ovini) non è in grado di digerirle in quanto costituite essenzialmente da cellulosa. Pertanto la loro assunzione non rappresenta una fonte di calorie per gli umani e giungeranno intatte nel colon dove verranno decomposte dai batteri costituenti la flora intestinale e qui rilasceranno tutti i benefici di cui abbiamo discusso.

 

LO SAPEVI CHE?

Le fibre presenti in frutta e verdura sono indispensabili per il mantenimento della nostra salute orale in quanto stimolano la produzione di saliva. Tale sostanza deterge, portando via, gli acidi e gli enzimi che possono attaccare i nostri denti e compromettere la nostra situazione orale.

Tra gli alimenti ricchi di fibre abbiamo:

banane, mele, frutta secca (mandorle, arachidi, uvetta, fichi, datteri); tali alimenti oltre ad essere ricchi di fibre possono essere golose alternative ai dolci e sono ottimi come spuntini.

Tra le verdure con alto contenuto di fibre abbiamo invece: legumi ( fagioli, lenticchie, ceci), piselli, cipolle, carciofi, broccoli, carote .

 

 

Possiamo concludere col dire che le fibre alimentari sono dei costituenti importantissimi nella nostra dieta, in più, rappresentano per il nostro organismo delle vere e proprie “medicine” naturali.

Menu