Fasi della devitalizzazione e creazione di una corona dentale.

Gentili pazienti rieccoci.

Questa settimana scopriremo perché è importante rivestire un dente devitalizzato con una corona dentale.

Partiamo da che cosa sia la devitalizzazione…

Tale procedura (anche conosciuta come terapia canalare) è necessaria quando un elemento dentale risulta gravemente compromesso. In particolare quando la polpa dentale (cioè il tessuto molle situato all’interno del dente che contiene nervi, vasi sanguigni e tessuto connettivo) diventa infetta, infiammata o danneggiata in modo irreversibile.

Alcuni motivi comuni per cui potrebbe essere necessaria la devitalizzazione sono:

1. Carie. Le lesioni cariose profonde possono penetrare fino alla polpa dentale, causandone infezioni ed infiammazioni. In questi casi, la devitalizzazione è necessaria per rimuovere il tessuto infetto e prevenire ulteriori danni.

2. Traumi dentali. Traumi come fratture o forti colpi possono danneggiare gravemente la polpa dentale, rendendo necessaria la sua rimozione per prevenire infezioni e conservare l’elemento dentale.

La terapia canalare si svolge seguendo precisi passaggi:

  • Nella fase preliminare viene effettuata una radiografia (col quale si conosce con certezza la condizione della polpa e del canale radicolare) dopodiché si procede con l’apertura della camera pulpare e la rimozione della polpa dentale infetta o danneggiata. Questa verrà sostituita con una miscela particolare (formata da materiali biocompatibili come la guttaperca);
  • L’ultima fase prevede la ricostruzione della parte superiore del dente e l’applicazione di una capsula per proteggere il dente.

Nel caso in cui l’elemento dentale non risulti eccessivamente compromesso, si potrà optare per un intarsio o una ricostruzione overlay. La valutazione andrà fatta caso per caso dall’odontoiatra in base al caso concreto.

Ma approfondiamo la situazione in cui si decida di optare per la corona dentale…

.

Una volta terminata la devitalizzazione si potrà procedere con la creazione di una corona dentale (o capsula). Le fasi che caratterizzano la creazione del manufatto protesico sono:

  • Preparazione del dente. Dopo la devitalizzazione e l’inserimento del perno, il dente viene “rimpicciolito”leggermente, quindi preparato per poter “calzare” la corona dentale.
  • Una volta preparato il dente, viene presa un’impronta (attraverso una scansione intraorale) della bocca del paziente, su cui verrà progettata e creata la corona provvisoria. Questa avrà la funzione di proteggere il moncone ed assicurare al paziente la funzionalità masticatoria, favorire il condizionamento dei tessuti e la guarigione gengivale in attesa dell’elemento protesico definitivo. La capsula provvisoria è, solitamente, in resina. Il nostro studio è dotato di un sistema “cad cam” che permette di progettare e fresare in pochi minuti il provvisorio per consentire al paziente di ricevere in pochi minuti il provvisorio.
  • La fase successiva prevede l’impronta definitiva. Essa avviene dopo circa una decina di giorni dalla preparazione del moncone, per permettere ai tessuti gengivali di rimarginarsi. L’impronta viene inviata al laboratorio odontotecnico specializzato dove verrà realizzata la corona dentale su misura utilizzando appositi materiali (ceramica, porcellana o metallo).
  • Dopodiché si passerà alla prova della struttura protesica per verificare l’aderenza dei margini gengivali, che l’occlusione sia corretta e in tale fase si verificherà anche che il colore, la forma e le dimensioni della futura corona siano corretti e che si adattino al resto dei denti naturali del paziente.
  • L’ultima fase prevede la cementazione  della corona definitiva, attraverso l’utilizzo di appositi materiali (cementi adesivi e/o non adesivi).

Funzione della corona dentale.

Rivestire un dente con una corona è importante per diverse ragioni. Prima di tutto ha la funzione di proteggere l’elemento dentale. Una capsula fornisce una protezione robusta al dente devitalizzato, che potrebbe altrimenti essere più vulnerabile a fratture o danni ulteriori a causa della mancanza delle sua naturale struttura interna. A seguito della devitalizzazione, il dente può diventare più fragile e mostra quindi bisogno di un rinforzo strutturale. La corona ha proprio questa funzione di rinforzo e sostegno del dente, consentendogli di resistere alle forze masticatorie senza rompersi. Le corone hanno anche un ruolo per così dire estetico, nel senso che migliorano l’aspetto estetico del sorriso e ristabiliscono la corretta forma dell’elemento dentale trattato. A livello funzionale, l’applicazione di una corona dentale, permetterà di ripristinare l’occlusione garantendo le funzioni masticatorie e fonetiche dell’elemento devitalizzato.

Conclusioni…

Rivestire un dente con una corona è fondamentale per proteggerlo, rinforzarlo, migliorare l’aspetto estetico e ripristinare la sua funzionalità dopo la devitalizzazione. L’applicazione di corone dentali viene considerata una soluzione ottimale per riparare un dente che risulterebbe altrimenti esposto al rischio di frattura